Destinazione Senegal 

Featured image

Agosto 2011.

Come ogni anno ero in vacanza nella mia terra, la Sardegna, e già pensavo alle future mete che avrei potuto visitare.

L’Africa mi affascinava da sempre, ma non avevo ancora avuto modo di scoprirla. Così, parlando con degli amici Senegalesi che per 8 mesi l’anno vivono sulla mia isola, è arrivata l’idea del Senegal!

Avevo bisogno di un viaggio nuovo, diverso. L’anno prima ero stata a New York (di cui vi parlerò nei prossimi post) ed ora sentivo l’esigenza di un’esperienza totalmente opposta, non turistica e soprattutto indimenticabile.

Per questo, dopo quella breve chiacchierata, ho iniziato subito a ricercare informazioni sul Senegal, da cosa vedere a dove dormire, come spostarsi e cosa mangiare. Insomma volevo immergermi in quella cultura ancora prima di partire!

Volo per Dakar con scalo a Madrid.

Era tutto pronto e ancora mancavano 3 mesi alla partenza!

Ma veniamo al dunque! Un po’ di informazioni utili per chi sta pensando di andare a visitare questo magnifico posto!

VACCINI

NON SONO OBBLIGATORI.

Io li ho fatti comunque perché sapevo che avrei vissuto il mio viaggio in modo molto Wild, come piace a me.

Quindi mi sono recata in ospedale e ho fatto :

– profilassi antimalarica ( che non ti garantisce un 100%, ma forse il pensiero di averla fatta aiuta!)

– Tifo ( anche qui non è assicurato il 100% ma basta stare attenti a cosa si mangia. Io non ho avuto problemi)

– Epatite B.

Ho speso circa 70€ e, nonostante questi vaccini non siano miracolosi, come primo viaggio zaino in spalla mi sono sentita più tranquilla!

ZAINO

Ovviamente non stiamo parlando di un viaggio relax, quindi bisogna puntare alla comodità con uno zaino capiente, a seconda di quanto tempo state via. Io ne avevo uno che non superava i 25 litri, visti i miei soli 20 giorni di permanenza!

Cercate di mettere meno cose possibile, la vostra schiena ringrazierà!

– anti-zanzare praticamente obbligatorio (comprate in farmacia il più forte che c’è per paesi tropicali)

– flip-flop ! Non possono mancare le infradito che vi godrete nei momenti di relax e passeggiate e userete per fare la doccia!

Io mi ero portata le scarpe da ginnastica, comode e perfette per lunghe camminate, però se devo dirla tutta a volte faceva talmente caldo che era impossible indossarle … E quindi siano benedette le infradito!

– cercate di portare vestiti dai colori tenui come il bianco ( anche se diventerà arancione!), il beige, verde oliva o “khaki”. Riflettono il sole e non attraggono troppo l’attenzione di certi insetti.

Io mi ero armata di pantaloni/pantaloncini e maglie molto leggere, in cotone o comunque fibre naturali… Questo mi permetteva di contrastare il troppo caldo durante le ore centrali della giornata.

VALIGIE

Ma come? Prima consiglio di partire leggere e poi mi porto le valigie? Ebbene si, ma l’ho fatto per una giusta causa. Poco prima di partire ho organizzato una colletta tra amici e parenti ed ho portato con me una valigia di 30 kg con dentro un sacco di regali da portare a chi davvero ne ha bisogno.

Ma vi parlerò di questo più avanti!

Ora siete pronti, tutto quello che dovete fare è recarvi in aeroporto e raggiungere Dakar!

Ci vediamo in Senegal!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...