Archivi categoria: Itinerari di viaggio

AMSTERDAM: 3 attrazioni da non perdere

Arrivano i compleanni, arrivano le feste, arrivano le ricorrenze. Ed io cosa regalo?

Beh… un viaggio direi!

Viaggiare è la mia passione e per fortuna anche quella di chi mi sta accanto; e così per il compleanno di Nico eccoci a Milano Malpensa: direzione AMSTERDAM!

Siamo a Marzo e la temperatura non ha nessuna intenzione di farci credere che la primavera sia in arrivo, partiamo equipaggiati di sciarpa e guanti e, visto il freddo una volta scesi dall’aereo, siamo soddisfatti!

Abbiamo due giorni e mezzo a disposizione e tanta voglia di scoprire la città.

Di seguito la mia lista delle 3 attrazioni che non potete assolutamente perdere! 

  • Museo Van Gogh
  • Casa di Anna Frank
  • Heineken experience

 

Aspetta, aspetta! lo so che ti stai chiedendo dove sia finito il Keukenhof, il parco di fiori più grande al mondo: ahimè era chiuso! 

Per nostra sfortuna l’apertura era prevista due giorni dopo il nostro ritorno, quindi dovrete aspettare che io torni qui un’altra volta per raccontarvi delle distese di tulipani più famose del mondo!

Chi di voi c’è stato? vi va di scrivere qualcosa qui sul mio blog per raccontarlo?

  • VAN GOGH

IMG_4308.JPG

Abbiamo prenotato i biglietti online, potete scegliere giorno e fascia oraria in base alla disponibilità del museo. Il biglietto costa 23 euro con il tour multimediale incluso, che vi consiglio perché attraverso un mini-tablet potrete leggere ed ascoltare le spiegazioni delle opere presenti nel museo.

All’entrata potrete liberarvi di giacche e borse presso il guardaroba gratuito e ritirare cuffiette e tablet. E magari scattarvi una foto ricordo proprio come questa che abbiamo fatto noi!

Da qui in poi il tour è libero, siete voi a decidere quale opera vedere per prima e quale percorso scegliere. Direttamente tramite il tour multimediale potete scegliere la visita breve costituita dalle opere più importanti, oppure la spiegazione di tutti i quadri presenti.

Se mi è piaciuto? Si molto, nonostante non sia appassionata di questo genere di arte.

Van gogh va visto, piace anche a chi non capisce nulla di tecniche e colori, come me!

Ho apprezzato tanto la possibilità del tour indipendente con audio tour senza dover seguire una guida, gli spazi ampi e le opere dedicate ai fiori e alla vita di campagna, mi è venuta improvvisamente voglia di correre in un campo e immergermi nella natura!

180ba2869b69fd1d884dcb5ec0964ba505014a71.jpeg

Vi informo che ad Amsterdam non c’è la famosa opera denominata “notte stellata”, che ho avuto la fortuna di vedere al museo MOMA di New York. 

Il museo ha 3 piani, considerate almeno 2 ore per la visita.


 

  • CASA DI ANNA FRANK

Anche qui vi consiglio di prenotare i biglietti online, così da avere l’orario esatto di entrata ed evitare file interminabile che qui sono la normalità! Tante persone sono rimaste fuori perché senza prenotazione online, quindi giocate d’anticipo!

la casa di per se è piccola e non ha tantissime cose da vedere, ma fa la differenza l’audio guida che vi accompagna durante il percorso obbligatorio all’interno del rifugio.

Si viene completamente catapultati in quell’epoca ed è impossibile non immedesimarsi in quelli che furono due anni difficili per la famiglia Frank, terminati con la loro deportazione.

All’interno del rifugio ci sono ancora alcuni oggetti della famiglia, fotografie, mobili, e persino la copia originale del famoso diario di Anna.

L’audioguida vi racconterà come passavano le giornate nel rifugio, la loro organizzazione, le loro paure e le difficoltà nel cercare di non farsi scoprire.

Ritengo sia importante non dimenticare, fare memoria di una storia che sembra impossibile ma è pura realtà.

Lo consiglio anche ragazzi e bambini dai 10 anni in su.

47cf3c516cd4ea763622670dbd45342cb4a4b7f8

 

  • HEINEKEN EXPERIENCE

Un’esperienza nel vero senso della parola: sensoriale, interattiva, istruttiva e soprattutto divertente!

Chi soffre di claustrofobia deve mettere in conto che alcune parti del percorso potrebbero dar fastidio (ci sono anche gli avvisi prima di entrare). Si entra all’interno di stanze come “cubi” che si chiudono e all’interno dei quali si vive un’esperienza con video e musica molto alta (chercherô di farvi capire meglio con dei video). 

Io soffro gli spazi chiusi ma sono riuscita a resistere, distraendomi e godendomi l’esperienza. Don’t give up!

Il tour inizia con la storia dell’ Heineken, una guida vi racconterà i primi passi della fabbrica originale.

Vecchie bottiglie, vecchi packaging, vecchie etichette. Ripercorrerete la storia di una delle birre più famose al mondo.

732413ae800e61aba1b77b9f842a53546058d5d2.jpeg

Oltre alla storia, avrete la possibilità di attraversare la zona che vi racconta come viene prodotta la birra con tutti i passaggi e, al termine della quale, vi verrà offerto un assaggio!

Il tour è caratterizzato da momenti con tanti effetti speciali e alla fine del percorso si raggiunge il bar Heineken dove poter bere ovviamente la birra (due sono offerte tramite un braccialetto dato all’ingresso), ascoltare un po’ di musica e comprare qualche souvenir.

C’è anche la possibilità di sfidarsi con altre persone a chi spilla meglio la birra! E, ovviamente, chi vince la beve!

Sicuramente un’esperienza interessante e divertente, se si ha a disposizione qualche ora libera la consiglio vivamente!

IMG_4338.PNG

Anche qui biglietti online mi raccomando! Si entra a gruppi a seconda delle fasce orarie prenotate. Fatemi sapere com’è andata!

 

 

Annunci

Andalusia in 9 giorni? YES, WE CAN!

Tutti sappiamo quanto per un tour perfetto e senza intoppi ci sia bisogno di tempo, in questo caso l’Andalusia in 20 giorni potrebbe rivelarsi uno dei viaggi più belli della vostra vita!

Se però fate parte come me della cerchia “20 giorni non ce li ho!” state tranquilli, ho visitato le più famose località andaluse in solo 9 giorni! Come? Leggete qui sotto e prendete spunto!

Il mio tour è stato, oltre che bello, assolutamente LOW COST!
1° giorno : Volo da Milano per Malaga (partenza 06:10 arrivo 08:30)

Affittate una macchina in uno dei tanti rental car all’aeroporto (prenota prima di partire, io ho scelto Hertz).

Sistemazione in albergo/appartamento. Visita della città!
2° giorno: Torremolinos e Benalmadena, località di mare vicino Malaga!

3° giorno: Tarifa (potete optare per tappe intermedie come Marbella e Puerto Banus oppure andare direttamente e godervi una giornata al mare!)
3°- 4° giorno: Cadiz, mare e giro della città. (io sono arrivata la sera dopo la tappa a Tarifa)
5° giorno: Granada, se avete tempo durante il viaggio potete fermarvi a Ronda.Non perdetevi l’Alhambra e il mirador San Nicolas!
6° giorno: Cordoba, godetevi l’atmosfera magica di una città storica con i suoi famosissimi patios e la suggestiva mezquita.
7°- 8°-9° giorno: Siviglia.

Un pomeriggio, un giorno intero e una mezza giornata. Ce la si può fare, io ho visto tutto ciò che di più bello offre questa magnifica città!
9° giorno: lasciate la macchina all’aeroporto verso le 18:00
Il volo ryanair per Milano-Orio al serio parte alle 20:20!

Ho scelto di fare i primi giorni di mare e gli ultimi nell’entroterra, per questo ho tagliato da Cadiz per andare a Granada, sono circa 300km di paesaggi stupendi che consiglio vivamente! Inoltre se arrivate e ripartite da due aeroporti differenti non sarete costretti a perdere una giornata per tornare al punto di partenza!

In alternativa, potreste arrivare a Siviglia e procedere per Cordoba, Granada, Malaga, Tarifa, Cadiz e ripartire da Siviglia! (a/r nello stesso aeroporto!)

(leggi questo articolo per scoprire i miei consigli su dove dormire in Andalusia!)

Buon viaggio!