Malaga Capital: 2° giorno del nostro #andalusiatour

Sveglia presto e già il sole brucia, lasciamo l’appartamento e andiamo alla scoperta della città. Prima tappa da Miguel, un piccolo bar nella via difronte a noi, per un desayuno tipico con churros y chocolate, que mas?

DSC_0143

A primo impatto, quando vediamo arrivare quei vassoi di churros ci chiediamo come si faccia a finirli tutti facendo una semplice colazione, poi addentando l’ultimo ci rendiamo conto che quel vassoio non era poi così grande, si fa presto a parlare…e a mangiare! Sono un po’ fritti, un po’ tanto fritti, ma tranquilli lo stomaco si abitua !!!

Decidiamo di dedicare la prima parte della giornata alla Malaga più antica e culturale così raggiungiamo Plaza Merced dove è possibile visitare la casa di Picasso e godersi il sole in uno dei tanti tapas bar intorno. (in questa piazza il sabato c’è un mercato stupendo, se vi capita andateci!)

DSC_0152 DSC_0153

Proseguiamo il nostro giro attraversando la strada e raggiungendo quelli che sono i resti del Teatro Romano che si trova ai piedi della collina di Gibralfaro, da cui prende il nome anche il famoso castello che domina la città.

DSC_0164 DSC_0171

Appena sopra il teatro romano si erge l’Alcazaba, una fortezza di epoca musulmana di cui si consiglia la visita se non si ha la possibilità di vedere l’alahambra di Granada, anche se posso garantire che quest’ultima ha il diritto di essere vista almeno una volta nella vita!

La plaza merced e la zona del Teatro Romano sono una di fronte all’altra, nella prima si può fare un aperitivo, nella seconda, con il suggestivo panorama delle rovine romane, si può pranzare fuori in ristoranti davvero carini con specialità, ovviamente spagnole. Dalla paella al tinto verano, dal buon pescado alla sangria. Olè!

DSC_0162

Io e la mia amica approfittiamo delle tapas a plaza merced con un bel bicchierone di sangria: prosciutto, olive, formaggio, tortilla… sia per i vegetariani come me che per tutti gli altri questo tipico aperitivo spagnolo è una soluzione ottima!

DSC_0156

I prezzi sono bassissimi, massimo 10 euro in due per tapas e due drink. (si trovano posti dove costa ancora meno, al bar Raff, una traversa di calle larios, abbiamo mangiato tapas e bevuto con soli 5 euro e tutto di ottima qualità!)

Dopo un po’ di relax all’ombra ci spostiamo verso la Cattedrale, la vecchia moschea di Malaga, trasformata dopo la colonizzazione araba. Imponente, ma in una piccola piazza, quasi sembra che soffochi per il poco spazio a disposizione, che peccato!

1165-1-grande-2-volta-cattedrale-malaga

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Approfittiamo per un giro in carrozza (30 euro per circa 45 min) ammirando la città da un’altra prospettiva, con il suo traffico, il suo antico e moderno insieme, il suo giardino tropicale e la spiaggia della Malagueta.

Il giardino tropicale finahceggia il porto ed è molto amato in città, è stato realizzato alla fine dell’ottocento, è lungo quasi un chilometro ed è frequentatissimo dalla gente del posto e dai tursiti.

La spiaggia della Malagueta è già piena in questa stagione, non solo perchè piccolina ma perchè molto amata da chi abita qui. In realtà non ve la consiglio, la sabbia è scura e sporca, così come anche l’acqua. Meglio fermarsi a fare una foto e continuare il giro!

DSC_0229

La Malaga antica lascia spazio a quella moderna arrivando a Calle Larios, la via principale della città, ricca di negozi e ristoranti. Qui intorno palazzi nuovi si confondono con quelli più datati, ma si perpecepisce chiaramente di essere lontani da quelle lunghe vie strette con i balconcini tutti attaccati che caratterizzano il centro storico.

Calle Marqués de Larios under cover of tents. Málaga, Andalusia, Spain, Southeastern Europe.

Se siete all’inizio di Calle Larios cercate una piccola via sulla sinistra (calle comisario) e andate a fare aperitivo da Vincente!

La nostra giornata è stata bella intensa, torniamo in albergo e dopo un po’ di relax facciamo un giretto per la città di notte, affascinante e per niente silenziosa, la noche es larga e la parola d’ordina è fiesta! Nonostante questo, dopo un paio di #copas andiamo a nanna, domani si parte con destinazione ultima Cadiz!

Intanto vi lascio con con tre foto simbolo della Malaga più antica

DSC_0184 DSC_0189 DSC_0190

Malaga al mare: Torremolinos y Benalmadena

I voli low cost non hanno mai orari troppo “comodi” si sa, ed infatti alle 4 del mattino sono già in aeroporto pronta a salire sull’ easyjet che porterà me e la mia compagna di viaggio a Malaga!

Abbiamo organizzato questo viaggio con parecchio anticipo, come già vi raccontavo in un recente post.

Alle 8.30 del mattino siamo già in Spagna e per prima cosa andiamo a ritirare al punto hertz la nostra macchinina, che durante la vacanza ne vedrà delle belle!

Kia Picanto bianca per noi, a malapena ci stanno le valigie, andava più veloce il trattore di mio nonno, ma è da qui che iniziamo a ridere e sarà così per tutta la vacanza!

Non abbiamo il navigatore, nemmeno una cartina, ma in venti minuti circa raggiungiamo calle Canasteros 8, in pieno centro, dove si trova il nostro appartamento. Gli spagnoli sono così gentili che, indicazione dopo indicazione, siamo riuscite a raggiungere la destinazione! Appartamento La Biznaga, moderno e pulito, per due persone è perfetto. Si trova a pochi passi dal centro, dalla cattedrale e da plaza merced. 

L’unica nota negativa è che, essendo in una delle zone più conosciute della città, la notte è dominata dalla Fiesta e in questo gli spagnoli non hanno orari, quindi se fate parte della categoria non deve volare nemmeno una mosca, forse è il caso di comprare dei tappini! Dietro l’appartamento c’è un parcheggio coperto 24h, ma vi consiglio di utilizzarne uno un po’ più lontano che però ha tariffe più convenienti. In città la macchina la userete poco o comunque dovrete parcheggiarla tutta la notte quindi meglio avere una soluzione mas barata dove lasciarla!

 Infatti, l’apart-hotel Biznaga ha una convenzione con il parcheggio Atlantida a 200 mt da calle Canasteros, posteggio videosorvegliato e al coperto per 15 euro ogni 24 ore! #consigliatissimo

1° Giorno: fa caldissimo e quindi decidiamo di andare a goderci subito un po’ di mare e rimandare la visita della città a orario da definire! Raggiungiamo con la macchina la zona di Torremolinos, una delle tante località sulla costa del sol dove chi abita o chi è in vacanza a Malaga solitamente si dirige (si raggiunge via autostrada in circa 15 minuti).

Malaga è una città di porto ed ha una sua spiaggetta, ma diciamo che queste località (molto turistiche) sono più attrezzate e con un mare più pulito. Torremolinos è la “California spagnola”, la “Versilia italiana”.. insomma: lunghe spiagge, ogni 100 metri uno stabilimento diverso, lunghi marciapiedi con gente in bici, che va a correre, o che se la spassa con i rollerblade! Niente di affascinante o di mai visto, semplicemente mare discreto, ristorantini sulla spiaggia e chiringuiti per un buon mojito!

Se siete stanchi dal viaggio, fa caldo e cercate un po’ di relax è il posto perfetto prima di iniziare ad esplorare la vera #andalusia DSC_0012 DSC_0022 Abbiamo pranzato sulla spiaggia al ristorante Ramos, non proprio economico ma ottimo nel servizio e, ovviamente, nei piatti a base di pesce. Per una merenda o un aperitivo, poco più in la  #consigliatissimo il chringuito La Moraga, che inoltre affitta lettini e ombrellone per 10/15 euro tutto il giorno (dipende dal periodo). DSC_002811257706_10152865588888457_1851924508_n Mentre la mia amica ne approfitta per schiacciare un pisolino io provo ad abbronzarmi, mentre tutti intorno a me sono del colore dell’asfalto ed io somiglio più ad una mozzarella. Mi guardano come se fossi norvegese, chissà se gli dicessi che vengo da un’isola del mediterraneo cosa penserebbero! Qui iniziate troppo presto a prendere il sole, datemi del tempo!

L’atmosfera è tranquilla, ancora il turismo è poco, quindi il relax è assicurato. E pensare che stamattina ho lasciato la pioggia ed ora sono in costume a godermi il sole, ah… le vacanze!

Giusto per entrare anche io nel #mood mi godo una breve ma intensa #siesta!

Dopo un paio d’ore al sole come lucertole felici, ci dirigiamo verso carrihuela, sempre a Torremolinos, ed è qui che inizieranno gli imprevisti della nostra vacanza, ma ve ne parlerò tra poco!

La carrihuela è un lungomare pieno di centinaia di ristoranti, bar, lounge, negozi, gelaterie e tutto ciò che di più turistico possa esserci in una strada lunga chilometri! DSC_0029 DSC_0050 DSC_0076

Però bella, davvero, ci fermiamo qui per fare aperitivo con un’ottima sangria.

Ci sono tantissimi posti e avrete l’imbarazzo della scelta. Aspettare il tramonto sorseggiando un buon cocktail in riva al mare ha sempre il suo perchè! DSC_0092 DSC_0094 DSC_0096

Ed ha il suo perchè anche tornare alla macchina e non trovarla! Ebbene si, due “patentate svizzere” che si fanno portare via l’auto in Spagna le avevate mai conosciute?

Prese dall’animo vacanziero, dal basta regole per 10 giorni, al nostro rientro abbiamo trovato una bella sorpresa! Chiama la polizia e “nos han llevado el coche” e di conseguenza “teneis que pagar multa!”, insomma dopo un botta e risposta davvero emozionante, eccoci arrivare col taxi al commissariato… il primo giorno di vacanza!

La buttiamo sul ridere perchè in vacanza non si DEVE fare altrimenti, ci facciamo prendere in giro dal poliziotto che ci guarda come delle poverette sperdute in quel di Malaga e andiamo a recuperare la nostra “bimba” sola soletta in un parcheggio. Da qui hanno inizio le nostre “piccole” sventure targate #andalusia2015 grazie alle quali ci faremo delle grasse risate!

Dimentichiamo l’accaduto e proseguiamo la nostra serata in un’altra località di mare, Benalmadena, precisamente a puerto marina. 

A circa 20 km dall’aeroporto di Malaga, Benalmadena è un piccolo pueblo sul mare che è cresciuto esponenzialmente negli ultimi 20 anni, attirando moltissimi turisti soprattutto inglesi. Infatti, a detta dei suoi abitanti, nel periodo estivo la sua popolazione si triplica rendendo la località molto caotica.

Visitare questa zona nel mese di Maggio è stato per noi un onore, abbiamo infatti passato una bellissima serata passeggiando lungo il porto e ammirando le meravigliose case sull’acqua.

puerto_marina0-1 DSC_0101 DSC_0102   DSC_0127

Con un’impronta assolutamente araba, queste case-appartamenti fanno parte del lusso di Benalmadena, alloggi per coloro che possono mettersi una villeggiatura con posto barca e posizione da sogno.

Si vocifera tra le altre cose che qui Antonio Banderas abbia uno dei più bei attici… nessuna traccia di #rosita però, rimasta sicuramente in campagna!

Puerto Marina è un piccolo mondo, in pochi metri si riesce a spaziare da una nazione all’altra. Un lungo viale ospita almeno 30 tipi di cucine diverse, da Occidente a Oriente, dalla più conosciuta alla più originale. Per non parlare dei negozi, i tapas bar e i famosissimi locali notturni dove la gioventù di tutto il mondo si scatena fino all’alba!

Noi ci siamo buttate sulla cucina asiatica e abbiamo optato per un drink prima di andare a dormire! Per un ottimo cocktail pre-serata vi consiglio Kaleido, un lounge bar vista mare con ottima musica e servizio! DSC_0128

Giornata intensissima, siamo distrutte ma felici e non vediamo l’ora di appoggiare la testa sul cuscino! Questo non dopo un’ora di risate prima di prendere sonno, non se a voi capita ma a noi ci è venuta la #risarella da vacanza e ci ha accompagnato per tutto il tour!